Giganti, Monti dei Giganti, Paradiso ceco
Paradiso ceco

Paradiso ceco

by
Sei qui:
<Indietro

Paradiso ceco (tedesco Böhmisches Paradies) è il nome per l'area in mezzo Pojizeří che ha una alta concentrazione di monumenti naturali e storici. Il nome Paradiso boemo si riferiva originariamente all'area di Litoměřice (oggi chiamata Giardino della Boemia), popolata dalla popolazione di lingua tedesca. La definizione corrente è stata creata in 2. metà di 19. secolo. Come i suoi autori sono citati ospiti spa che hanno visitato la Sedmihorky Spa, ma il primo uso documentato, tuttavia, proviene dall'editore di Václav Durych di 1886.

Territorio mentire su 90 km a nord est di Praga è di circa delimitata dai comuni di: Sobotka, Mnichovo Hradiště, Sychrov, Frýdštejn, Zelezny Brod, Semily, Lomnice nad Popelkou, Ferrovie e Jicin. Il "cuore del Paradiso Boemo" è tradizionalmente considerato Turnov. Il principale dominatore della regione è il monte Kozákov e le rovine del castello di Trosky. Significativi sono anche City Rock, rocce soprattutto Prachovske, rocce Příhrazské, Hruboskalsko e stagni, per esempio. Žabakor, lago Komarovsky e stagni a podtroseckých podkosteckých e valli.

Paradiso ceco è anche il nome di una zona protetta, esistente dal 1955, che contiene aree discrete solo tre piccoli all'interno di una zona più ampia della regione turistica immaginario Paradiso ceco.

Maloskalsko
Parco Naturale Maloskalsko è un'area protetta dichiarata in 1997, che sorge nel quartiere d'confine sud-occidentale della regione di Jablonec nad Nisou Liberec, in parte nel PLA Paradiso ceco. Si trova su entrambe le rive del fiume Jizera, in mezzo a una natura ricca di bizzarre città rupestri. Il centro nozionale, secondo il quale il parco è chiamato, è il villaggio di Malá Skála.

Intenzione di dichiarare questo parco naturale, il risultato di sforzi inutili prolungati per espandere l'area protetta del Paradiso ceco nei comuni Little Rock, Koberovy, Frýdštejn, Líšný e in parte Pěnčín e Zelezny Brod.

L'asse di questa zona è il fiume Jizera. Da Železný Brod a Turnov si muove in una profonda alluvione del fiume che interseca il secondo asse della cresta di Pojizeří - Ještědsko-Kozákovský. Questi siti sono i siti più preziosi, alcuni dei quali sono stati precedentemente parte di una rete di aree protette o di importanti caratteristiche paesaggistiche. NPP Dry Rocks, PR Bučiny u Rakous, PP Ondříkovický pseudokrasový systém. Il villaggio sparso e l'insediamento costruiscono il carattere tipico di questa zona.

Le parti superiori dell'area dominate da Vranovský hřeben e Suché skály formano rocce di arenaria. Una parte del parco naturale è la pianura alluvionale di Jizera, coperta da una vegetazione sparsa, e nelle aree più vaste comprende anche il fiume niva e parti di ripidi pendii con numerose frane e fessure. Jizera funge da corridoio per la discesa di specie montane e sub-montane in posizioni più basse. Nella direzione opposta, la valle dello Jizera si diffonde attraverso una flora termofila nelle montagne.

Gli ecosistemi forestali originali caratteristici di questa zona sono rappresentati da faggeti fioriti, boschi di acini silicei e silicei. Gli ecosistemi non forestali significativi includono prati impregnati d'acqua, ex cave di arenaria, la valle di Vazovecký potok e il sito dello zafferano bianco-grigio a Záborčí.

Dato il substrato geologico molto varia è Maloskalsko.¨ e parte adiacente Železný inesauribile varietà di comunità e specie in cui vengono rimossi elementi relitti e resti di vegetazione originaria mantenuta a siti difficilmente accessibili (faggeti, pino quercia, forchette roccia, prati saturi d'acqua, molle, ecc). . Tra le specie vegetali importanti che crescono qui ad esempio lo zafferano tuberosa, trigemino corallo presto, polystichum lonchitis, pantofola, Helleborine rossa, orchidea helleborine bianco e orchidea. Le città rocciose di arenaria offrono un ambiente conveniente per molte importanti specie di uccelli. C'è una rondine di finocchio, un rospo arcobaleno, un leone, un rospo comune, una lucertola comune, un cieco fragile e altri.

Le rocce di Klokočské sono una riserva naturale di ev. No. 918 nella collina Jicin, a ovest del villaggio di Klokočí nel distretto di Semily nella regione di Liberec. L'area è gestita da AOPK ČR - il posto di lavoro regionale di Liberecko. La Riserva Naturale si trova nell'area protetta del Paradiso della Boemia, i siti di importanza europea della svolta di Jizera a Rakousy e il Paradiso geografico boemo.

Le rocce di Klokočské formano una città di roccia ai margini di una ricerca di arenaria quarzosa dal turon superiore a Coniak, inclinata a sud-ovest. Il punto più alto (458 mnm) si trova sulla cresta strutturale di denudazione nel sud-est. Kuesty lieve aumento strutturale centrali e nord parte si divide sufozní numerose doline, in forte pendenza sorto torri, colonne e pareti rocciose con forme come potenti pile odsedání úpatními gravitazionali. C'erano nicchie di roccia, grotte di pseudocross (molte delle quali significative e archeologiche) e campi di roccia. Le rocce sono prevalentemente boscose con alberi di pino, a volte con alberi di betulla. Nel sud-est ci sono le rovine del castello roccioso di Rotštejn. Ci sono strutture per l'arrampicata. Dalla linea di terrazze sul tetto orientate in direzione di SZ-JV ci sono viste di vasta portata sulle montagne del Nord oltre il Roven Ward.

Kozákov (744 m) è la montagna più alta della cresta Kozákovský e il Paradiso Boemo. Dalla preistoria, la cima è stata cercata come un deposito di pietre preziose, di cui i cacciatori preistorici facevano strumenti semplici. Nelle cavità della roccia sono stati cristallizzati i riempimenti sferici di agata, diaspro, ametista, cristallo, verdura e altre pietre semipreziose. Il sito è stato utilizzato nel Medioevo per decorare i templi. Kozákov è anche un luogo popolare per il parapendio.

La maggior parte dell'area di Kozákov è formata da rocce perenni, coperte da un larice terziario di basalto e sedimenti vulcanici in alto, a nord ea est. Prima di 6 a 4 per milioni di anni, Kozakov era il vulcano attivo. Il lato occidentale di Kozákov è costituito principalmente da arenarie semi-montuose del Cenomania superiore del Cretaceo. Questi sono stati rotti in alcuni kerues nel Terziario e portati alla loro forma attuale.

Si tratta di un ampio elevazione asimmetrico massimo sollevamento antiklinálního bazaltandezitového (melafyrového) delle piste superiori e inferiori moderati orientali (15-20 °) e le porzioni di punta piatte sul flusso di lava Neogenica olivina basalto (basalto), dopo aver eseguito lungo la schiena a sud-est. Al versante occidentale più alta e ripida sono evidenziati i blocchi tettonici di arenaria (max. 667 m) con mura di cinta, torri di roccia, nicchie, grotte, úpatními masso pali. Le pendenze melmose e basali sono torrenti di massi e il mare roccioso.

Sul versante sud-ovest c'è una vasta cava di melone conosciuta come Cava di Votrubec. È di proprietà privata di Votrubka e comprende anche un piccolo museo di pietre preziose. Per una piccola tassa, è possibile scavare nella cava usando strumenti presi in prestito anche oggi per trovare pietre semipreziose, che il proprietario può quindi macinare.

Nel Medioevo, lampeggiavano sul fuoco di segnalazione di Kozák. Successivamente sono stati raccolti qui migliaia di campi di persone. All'1901, il pittore di Turnov Jan Prousek ha proposto in cima all'edificio la cappella neo-romanica di St. Cirillo e Metodio o più di 20 metri di altezza Collina slava con grotta artificiale con pietre semipreziose. Dopo la nascita della Cecoslovacchia, 28 è stato bruciato ogni anno. Focolare di ottobre Dopo la morte di Franz Ladislav Rieg di 1903, l'idea nacque per onorare la sua memoria costruendo Rieger's Mounds. Un anno dopo, il "Rieger Mound Construction Team" ha lanciato una collezione nazionale di successo. Più tardi, due concetti hanno gareggiato: un tumulo o un mausoleo contro una capanna con un ristorante e un monumento a Riegrov. La seconda variante è stata presa dal Czech Tourists Club. La pietra angolare del cottage è stata posata da 29. Agosto 1926. Il cottage è stato costruito da collezioni, regali e contributi dalle città vicine. 24 è stato ufficialmente aperto. Giugno 1928. Durante la seconda guerra mondiale, il cottage fu occupato dal tedesco e poi dall'esercito cecoslovacco. Dopo febbraio 1948, la villetta è stata nazionalizzata e trasferita al ristorante e al ristorante. A maggio il rifugio 1964 è stato bruciato. Il Club 1994 dei turisti cechi nella villetta Semily nello stato decennale lo comprò dallo stato. A 1995, una torre di misuratori 40 con una piattaforma di osservazione ai misuratori 24 è stata aperta nella parte superiore. La torre di avvistamento funge anche da albero metallico per le telecomunicazioni per l'esercito, la polizia e i vigili del fuoco. Dal momento che 2002, Kozákov fa parte del Bohemian Paradise Protected Landscape Area. Nel 2003, la casa di Rieger è stata riaperta dopo la ricostruzione generale. La torre belvedere offre viste sul Paradiso Boemo, sul Pojizeří, sul České středohoří, Monti dei Giganti e le montagne di Lusazia, Ještěd, Gigante, Podkrkonoší, Broumovská vrchovina, Orlické hory e possibilmente anche le colline degli Altipiani boemi-moravi.

La riserva naturale Příhrazské skály è stata dichiarata l'anno 1999 e si trova a sud e ad ovest del villaggio di Příhrazy nel distretto di Mladá Boleslav. Il motivo della protezione è un complesso significativo di rocce, comunità forestali naturali e seminaturali, aree geomorfologicamente preziose.

La riserva è un complesso di città rocciose ai margini di un altopiano roccioso di arenaria. La caratteristica dominante è la formazione rocciosa chiamata testa di Kobylí. All'interno della città di roccia c'è l'Hynstas intagliato. Quello in 17. secolo servì da rifugio per i fratelli cechi. Nell'area ci sono i resti del castello 13. secolo.

Gli altopiani di Příhrazská cadono sotto gli altopiani di Vyskeř all'interno degli altopiani di Jicin. Il punto più alto dell'area è il 463,5 m. Questa vetta incombusta della vena oliviniana di Nepheline è un cespuglio tettonico circa a metà strada a sud-est. Ciò è stato determinato confrontando le altezze della superficie delle pietre arenarie del blocco e i livelli delle uscite dell'acqua dalle loro fondamenta. Le forme più antiche degli altopiani di Příhrada sono le creste strutturali - i resti della piattaforma strutturale. La città rocciosa di Příhrazské skály conta la torre 178. La maggior parte di essi si trova ai margini delle vallate del canyon a capo di un tetto tettonico. La parte anteriore è rivestita da una fascia scorrevole in base alle superfici di taglio rotanti. Il più grande crollo nel recente passato si è verificato in 1926 a giugno. Di conseguenza, gran parte del villaggio di Dneboh è stata distrutta e la strada del distretto è stata danneggiata a Olšina.

Come risultato delle frane di tipo nero, le crepe nelle fessure sono ingrandite, permettendo la formazione di pseudo-sacrifici. Li troviamo nelle rocce di Příhrazské verso le sessanta. La più famosa è la gola dello pseudocross con una fessura che si estende fino alla profondità dei metri 22,5. che è stato scoperto in 1960, e il cui fondo due anni dopo, il viaggiatore Gustav Ginzel, proprietario della famosa casa del letame Jizera, è disceso. Nelle valli del canyon di Krtola e del Vlčí Důl, possiamo imbattersi in porte di pietra, archi di roccia e grotte. La grotta di Krtola, nota anche come Sklep na Chodové, è la più grande grotta del Paradiso Boemo. Questa caverna lunga un metro 40 è stata esplorata per la prima volta in 80. anni 19. secolo archeologo Josef Ladislav Píč.

Ci sono scanalature frequenti e ferro intarsiato. Possiamo incontrarci qui con le rocce. È ricavata una suolo marrone saturo (Cambisol eutrofica) con Rankers (tipico e litickým) e arenarie arenosoly acido (s Cambisol arenická podsol arenickým). Le posizioni bloccate occupano pseudogazzi (tipici e scintillanti) con gley (tipico e organozem), parte della prenotazione anche glezou organozem.

Le riserve sono dominate da foreste con un'alta percentuale di comunità forestali naturali. pinete sulle cime delle rocce, stentate legno di quercia termofila su loess in antichi castelli, e detriti foresta sotto la cima di Male, dove cresce perenne (Lunaria rediviva), si colloca tra i più preziosi di loro. Un posto interessante è l'isola della vegetazione steppica con la grotta di Ivan (Stipa joannis) sull'altopiano roccioso di Hrad. È l'ultimo luogo conosciuto di termofisica in questa parte del Paradiso Boemo. Oltre a ciò, sono state osservate altre interessanti specie termofile. Al Drábských světničkách cresce l'intero albero del puledro (Cotoneaster integerrimus). Le gole inverse si possono trovare con additivi naturali di abete rosso e sulle pareti rocciose le tribune dell'Huperzia selago e l'annotinum del Lycopodium. Dal punto di vista botanico, Krtola è la gola più famosa.

All'interno della riserva a sud del laghetto Oběšenec, a Oběšence si trova un albero memorabile Dub.

Hruboskalsko è una riserva naturale rinomata per 22. April 1998. L'219,2 ha è una delle più grandi città di roccia nell'area protetta del Paradiso della Boemia. La ragione della protezione è un'estesa città di roccia con reliquie conservate. Hruboskalské città roccia include centinaia di massicci rocciosi e torri separate, che raggiungono altezze fino a 60 m. A causa della pietra arenaria bassa resistenza e gli effetti in corso di una serie di rocce sono ricchi di una varietà di forme e forme (nidi d'ape, finestre, porte). Hruboskalsko fa parte del Bohemian Paradise Geopark, che è stato incluso nella rete dei geoparchi europei ad ottobre 2005.

È una delle zone di arrampicata ceche più originali, le torri più famose sono Kapelník, Skull, Maják e Osudová. Tra l'associazione ceca di arrampicata e l'area protetta del Paradiso boemo, si conclude un accordo che include le condizioni per salire sull'arenaria.

La città di roccia di Hruboskalské è anche un'importante area turistica. Tra i monumenti più famosi c'è il castello Hrubá skála, che è stato costruito sul massiccio roccioso già in 14. secolo e il castello di Wallenstein. Alla roccia è costruito molti luoghi turistici come Marian prospettiva, la prospettiva della band, presso il leone prospettiva ed un altro dove i visitatori possono osservare le imponenti formazioni rocciose e molto spesso scalatori zdolávající torri circostanti. Grazie alle fonti di Hruboskalska, ricca di ioni di calcio, qui è stata creata la spa Sedmihorky.

La riserva naturale Hruboskalsko si trova nella regione di Liberec di 3 chilometri dalla città di Turnov. Si trova tra i villaggi Sedmihorky, Hrubá Skála e Kacanovy. L'altitudine è qui tra 265-420 M. La città rocciosa di Hruboskalské è la città rocciosa più preziosa dell'area protetta del Paradiso della Boemia.

La formazione di città rocciose è divisa in quattro fasi. Il primo è la fase preparatoria in cui il corpo di arenaria è al di sotto del livello del suolo. Come risultato dell'attività delle falde acquifere, la formazione di nuclei più duri di arenaria circonda la più morbida arenaria. In questa fase, l'influenza dell'era glaciale durante la quale le fessure crepate stavano svanendo era decisiva. La fase successiva è la fase iniziale caratterizzata da prelievo ed erosione tettonica. Il risultato è un terreno agricolo pianeggiante della Boemia centrale con gole di arenaria. La terza fase è una fase matura che si verifica dopo la fine dell'elevazione tettonica. In questa fase, i diversi tipi di agenti atmosferici protettivi dare croste sono fiocchi esfolianti rotti, che seguono i bordi delle pareti rocciose e possono avere spessore fino a 1 m. L'ultima fase è la fase di invecchiamento, la distruzione delle formazioni rocciose. La distruzione è spesso causata da movimenti in pendenza, blocchi rocciosi e incantevoli città rocciose. Quindi, possiamo vedere la città rock come un mosaico di superfici variamente vecchie. Questa città rock, come le altre della regione, ha sviluppato 18-20 per milioni di anni.

Hruboskalská vrchovina appartiene a Vyskeřská vrchovina, che appartiene alla collina Turnovská. Tutto questo fa parte della Severočeská tabula. Hruboskalská vrchovina è una corteccia tettonica, che è delimitata dalla rottura libica e dalla rottura nella valle del fiume Giordano e del fiume Žehrovka. Le fondamenta della città rocciosa sorsero nel più giovane pleistocene, mentre durante l'olocene vennero creati microfilm di favi, sporgenze rocciose, cavità e finestre. I massicci più sorprendenti sono il Faro, il gruppo Kapelník e Dragon Rocks. Possiamo anche vedere un numero di grotte, cancelli e gallerie. La città rocciosa di Hruboskalské è costituita da arenaria di quarzo debolmente liticata. Il potere dell'arenaria è 120 e alcuni affioramenti rocciosi sono alti fino a 60 m.

Quasi tutta la città rocciosa è ricoperta da foreste (97%). Basamenti tipici sono reliquie della betulla, che sono state conservate solo sparse, in particolare sulle cime di torri di roccia o massicci rocciosi. Puoi anche trovare boschi di querce, ma con una quercia più bassa. Un'altra tipica crescita della città rocciosa è la faggeta acida, che copre le gole umide tra le rocce.

specie caratteristiche strato sottobosco erba è particolarmente mirtillo rosso (Vaccinium myrtillus), melange (Calluna vulgaris), mirtilli rossi (Rhodococcum vitis-idaea), Deschampsia flexuosa (Avenella flexuosa), felci (Aquilegia vulgaris) e capelli bika (Luzola pilosa) . Nelle gole umide, troviamo spesso la carpa austriaca (Dryopteris carthusiana) e la vera carpa (Dryopteris dilatata). Tipico è anche il verificarsi di Carex e canna (Phragmites australis), in particolare intorno a piccoli stagni. Nelle valli alle molle, le molle sono comuni equiseto più grande (Equisetum telmateia) .One delle specie vegetali protette è frequentemente verificando trichomanes (Trichomanes speciosum). La specie invasiva più problematica è il pino Pinus srobus che potrebbe mettere in pericolo gli ecosistemi del boro reliquia. Altre specie in rapida crescita come Quercus rubra, Larix decidua e Abies grandis furono anche piantate.

Ci sono due rettili, Lentezza (Anguis fragilis) e serpente (Natrix natrix) e due specie di anfibi, rospo (Bufo Bufo) e la rana (Rana temporaria). La città rocciosa crea condizioni favorevoli per il nidificazione degli uccelli. Finora, ci sono stati trovati specie di uccelli 73 e specie 62 sono anche la nidificazione. [2] Tra i più abbondanti includono Gheppio (Falco tinnunculus), l'allocco (Strix aluco), Fringuello (Fringilla coelebs), Codirosso (Phoenicurus phoenicurus), Jay (Garrulus glandarius) cardellino (Carduelis carduelis) magpie (Pica pica), passero (montanus del passante) picchio verde (Picus viridis), campanula (Carduelis chloris). Tra gli uccelli protetti includere rondine (Hirundo rustica) gufo Rondone comune (Apus apus) (Bubo bubo), Raven (Corvus Corax) Taccola (Corvus monedula), pied (Ficedula parva).

Ci sono stati trovati 14 mammiferi - tasso (Meles meles) talpa europea (Talpa europaea), martora (Martes martes), martora (Martes foina), la volpe (Vulpes vulpes), mufloni (Ovis musimon), mouse di colore giallo-collo (Apodemus flavicollis), arvicola rossastra (Clethrionomys glareolus), cinghiale (Sus scrofa), toporagno (Sorex araneus), uova (capreolus capreolus), scoiattolo (Sciurus vulgaris), lepre (Lepus europaeus) e ferro di cavallo minore ( Rhinolophus hipposideros), che è in pericolo critico qui. La sua popolazione comprende individui 150-300. Gli invertebrati più comuni che si verificano nella regione includono temnostní traversa (Meta Menardi) Cicindela campestris (Cicindela campestris) ammophila sabulosa (ammophila sabulosa) formica leone normale (Myrmeleon formicarius), scarabeo del pino (buprestoides Spondylis) agnello dazule (Acanthocinus aedilis) . C'è anche una farfalla rara (Callimofpha dominula).

La ragione della protezione è la città rock più importante del Paradiso Boemo con le reliquie. Ci sono anche diverse piante e animali protetti. Ad esempio, la pianta è una forcina perenne (Trichomanes speciosum) e un Rhinolophus hipposideros in pericolo di estinzione. Il territorio della riserva naturale fa parte dell'area protetta del Paradiso della Boemia, che appartiene all'Amministrazione dell'area protetta del Paradiso Boemo. La protezione del territorio è incorporata nel Piano di cura per PR Hruboskalsko. I maggiori problemi di protezione includono l'estrazione del manto vegetale dalle rocce, l'abbattimento del terreno dalla strada e la frantumazione delle rocce con corde d'arrampicata.

La riserva naturale di Hruboskalsko è un'area molto visitata. Oltre all'arrampicata, le escursioni e il ciclismo sono comuni. I visitatori possono non solo godersi la vista spettacolare delle imponenti rocce, ma anche la natura unica. Ci sono molti tour segnalati per turisti e ciclisti. Tra i luoghi di interesse più interessanti c'è il Belvedere Mariano vicino a Hrubá skála, dove si trova una delle più belle viste sul Paradiso Boemo su Dragon Rocks e Trosky. Sotto il castello Hrubá skála c'è un profondo burrone con un passaggio di roccia lungo sessantacinque metri chiamato Mouse Hole. Tra gli interessanti monumenti naturali vi sono l'Arboreto della Bucovina e la forma rocciosa di Čertova ruka. Qui è il sito archeologico e resti di un castello medievale. Gli importanti monumenti culturali di Hruboskalska includono il castello di Valdštein, il castello Hrubá skála, il monumento dell'architettura popolare Kopitce's Farm e il centro termale Sedmihorka. Per più giorni visita alla zona, è possibile utilizzare diverse opzioni per un alloggio in alberghi locali o in un bel campo Sedmihorky.

La città di roccia di Hruboskalské appartiene alle zone di arrampicata più originali. C'è stato il primo ingresso indipendente ceco in 1928 sulla torre Anebo, che è stato realizzato da Karel Čabelka con i collaboratori Bausys e Náhlovský. L'arrampicata sull'arenaria era quindi considerata una buona preparazione per la montagna. Durante la guerra in clandestinità Hruboskalsko Joska speck che ha spostato drammaticamente la scalata arenaria ceco ed è diventato un modello per molti altri alpinisti. Dopo la guerra, Hruboskalsko divenne il centro dell'arrampicata in pietra arenaria ceca. Interessato a scalare nella Repubblica Ceca è diminuito in modo significativo dopo l'1989 anno, che ha aperto la possibilità di trasferirsi all'estero, ma ora di nuovo in aumento. Parte della Hruboskalský Rock City è un cimitero simbolico, che fu originariamente costruito con l'idea di creare un memoriale per gli scalatori che morirono nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Alla fine divenne un monumento agli altri alpinisti che morirono in montagna.

Trosky (514 m sul livello del mare, sulle mappe è segnalato altezza 488) sono collina neovolcanic con rovine del castello di Trosky ha inoltre invitato il PLA Paradiso ceco, circa tra Turnov e Jicin, comune catastale nel distretto regione di Liberec Semily Troskovice. Detriti è un simbolo del Paradiso Boemo e uno dei castelli più visitati della Repubblica Ceca. Nella parte superiore della collina si trova l'area protetta del monumento naturale Trosky. La cima è il punto più alto delle Highlands Vyskeřská.

I detriti sono la reliquia dell'erosione di un cono di scorie. L'erosione selettiva portava la parte predominante del piroclastico ed esponeva il doppio percorso di alimentazione degli ex vulcani monogenetici formati dalla basandite compatta (tipo basalto). Nello spazio tra le due torri è ancora presente una lastra basandica posizionata in senso sub-orizzontale con una separazione delle colonne orientata in senso inverso. Questo pezzo rappresenta probabilmente la reliquia del flusso di lava versato da Baby. Le insenature compatte sono rivestite da cimeli di sedili piroclastici. La stratificazione non è sviluppata, ma è chiaro dalla consistenza dei depositi che la scoria è stata depositata sulla superficie sotto forma di un cono di scorie. Il grado di frammentazione e frequenza dei frammenti vescicolari corrisponde al tipo di eruzione strombolico. Bazanit z Trosek è stato datato a 16,5 per milioni di anni. L'attività è iniziata con la creazione del cono di scorie Baba, che è stato accompagnato da uno scarico di lava. Successivamente, il centro dell'attività si spostò bruscamente verso est, creando un cono della Vergine. Il sentiero di alimentazione del vicolo si estende attraverso una reliquia del flusso di lava associato al cono del bambino e la scoria della Vergine si sovrappone a questa lava. L'attività si spostò ancora più a est, dove 20 era, secondo i testimoni, fino agli anni '40. distinta roccia basandica secolare che è stata estratta. Le due torri di roccia formate sugli elaborati riempitivi a base di zuppe erano modellate in aggiunta all'attività antropogenica causata dal gelo periglaciale: tronchi di ghiaccio, crepe nella roccia colonnare che separa la roccia. Sulle pendici del Marlin si formarono delle macerie di solifluo. C'è un ampio piedistallo di arenaria con formazioni rocciose su pendii ripidi (città rocciosa - Apolena Nature Reserve nel sud-sud-est). Il picco è prevalentemente boschivo con alberi di pino, alcuni dei quali sono in abete e stand di faggio.

Prachovské skály jsou Skalní uskupení pískovcových útvarů různých tvaru, rozkládající se zhruba 5 až 7 km severozápadně od města Jičín, rezervace Přírodní, součást CHKO Český ráj un oblíbený cíl turistů. Vznikly v období druhohor Jako usazeniny na okraji di più.

Ci sono scoperte archeologiche che dimostrano che la gente viveva qui nei tempi preistorici dell'età della pietra. L'intera area delle rocce era una fortezza naturale delle tribù slave, solo alcuni luoghi pieni di valli. All'interno, fu costruito il primo insediamento.

Probabilmente entro la fine di 13. Il castello Velis è stato costruito su una delle cime basaltiche con il maniero di Veliš adiacente. Alcuni decenni più tardi, la tenuta fu messa in possesso di Vartemberks, e vari insediamenti furono creati alla fine di 15. il Trčková di Lípa è menzionato qui come i proprietari. All'inizio di 17. la proprietà del secolo passò a Smiřičtí da Smiřice, ma in 1625 la proprietà fu rilevata dalla famiglia Wallenstein e annessa al suo ducato di Frýdlant. Dopo che le rovine del maniero furono smantellate, gli insediamenti nelle rocce scomparvero.

Una nuova fase inizia nel 1637 quando la proprietà è stato assegnato colonnello Henry Slik della contea famiglia Šlik con possedimenti in Boemia occidentale, che è stato promosso alla nobiltà dall'imperatore Sigismondo. Rod Šliky possedeva la tenuta locale fino alla nazionalizzazione in 1948.

1866 fu una delle battaglie prussiane-austriache vicino alle rocce, che i prussiani, sebbene meno numerosi, vinsero.

Dalla fine di 19. secolo, le rocce divennero il bersaglio sia di alpinisti che di turisti. In 1933, sono diventati una riserva naturale statale.

Nella causa per la restituzione, la famiglia Šliky ha acquisito l'area di 1993 e ha iniziato a gestire i servizi relativi al turismo qui. La presenza pubblica è stimata in 300 000 persone all'anno.

La prima documentazione dell'intero complesso di rocce si è già verificata in 1874. Il professore della scuola di grammatica di Jičín Antonín Zefyrin Maloch ha creato un piano dettagliato utilizzando la bussola e il metodo di passo. Il risultato del suo lavoro doveva essere una mappa dettagliata che non era mai stata completata. I primi percorsi e le significative formazioni rocciose furono segnati dagli studenti di 1879 Maloch che, secondo il suo piano, mapparono la mappa di Prachov Rocks.
Rocks è stato reso popolare dalla canzone di Ivan Mladek con lo stesso nome.
Ora ci sono tre visite turistiche per i turisti. La stagione turistica è qui da 1. Da aprile a fine ottobre L'accesso alle rocce è soggetto a pagamento. Gli alpinisti hanno la possibilità di acquistare un biglietto ad un prezzo scontato, e possono spostarsi al di fuori delle rotte designate, ma devono essere membri del CHS o dell'UIAA. Nelle rocce ci sono molte prospettive modificate, diversamente nominate. Nel mezzo della zona rocciosa c'è una piscina naturale chiamata Pelíšek.
Castello Pařez - castello di roccia.

compartecipazione
Eseguire il backup di Superiore